Adorazione eucaristica giornaliera

L’adorazione è il nostro attaccamento alle cose dell’Alto. Adorare non è uscire dal mondo; non è abbrutirsi; non è percorrere strade di annullamento di sé, ma è il contrario. Adorare vuol dire riscoprire che il nostro io non è il perno su cui tutto ruota, ma è un semplice raggio della ruota dell’esistenza. Nell’adorazione spostiamo il centro della nostra vita dalla coscienza di sé, all’abbandono a Dio.[…] Il significato e il segreto dell’adorazione non è un formale ossequio, ma il dono di se stessi. Questa è la fede! Il cristiano che si prostra in adorazione davanti al figlio di Maria, prende coscienza di essere portatore e promotore di una nuova umanità. Adorarlo vuol dire aprirgli mente e cuore offrendogli i doni dell’impegno quotidiano nel costruire la storia secondo Dio, nella giustizia e nella santità.

(Don Pierino Liquori, “Mi ami tu?” dalla Solennità dell’Epifania anno C)

 

A partire da lunedì 21 gennaio è ripristinata l’adorazione eucaristica quotidiana  da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 12.00, mentre continua quella serale da lunedì a giovedì  dalle ore 18.30 alle ore 19.30.